Richiedi info sul servizio

Oltre l'ansia e le paure, grazie all'espressione creativa e al movimento


Lo staff di Psicomotricità del Centro Arbor Vitae si racconta:


CHI SIAMO

Siamo un TEAM di PSICOMOTRICISTE FORMATE PRESSO I.F.R.A. DI BOLOGNA , coordinate dalla Dott.ssa Lucia Zoffoli e sostenute nel nostro lavoro dalla collaborazione con la Psicoterapeuta Dott.ssa Gabriella Fochessati.

COME OPERIAMO
Il nostro approccio psicomotorio (derivante dal pensiero di B. Aucouturier e dai principi pediatrici, psicologici e pedagogici di E.Pikler) è basato sull’idea che, dalla nascita ai 7 anni, MOVIMENTO LIBERO e GIOCO SIMBOLICO SPONTANEO siano canali privilegiati attraverso i quali ciascun bambino può compiere la propria maturazione psicologica raccontando la propria storia profonda. All’interno di un setting sicuro e molto strutturato (la sala di psicomotricità), gli psicomotricisti NON propongono giochi o attività, ma modificano spazi, mettono a disposizione materiali, lasciando che sia la spontaneità delle attività scelte dai bambini a guidare gli incontri.
Questo approccio agisce sullo sviluppo dell’Identità del bambino, permettendo l’espressione e l’elaborazione delle emozioni, la rassicurazione dalle paure e l’apertura alla socializzazione.

A CHI CI RIVOLGIAMO
Una proposta Psicomotoria di questo tipo SI RIVOLGE A TUTTI I BAMBINI, ESSA SVOLGE UNA FUNZIONE EDUCATIVA E PREVENTIVA RISPETTO AL DISAGIO, ma è utile anche qualora si verifichino blocchi o rallentamenti nel processo di maturazione psico-fisica (per es. traumi, conflitti di natura emozionale, cause organiche) che possono manifestarsi attraverso: 
-disturbi dell’espressività motoria (ipermotricità, inibizione);
-ritardi dello sviluppo psicomotorio (della coordinazione, dell’organizzazione dell’atto intenzionale…), 
-ritardi cognitivi, 
-disturbi e ritardi del linguaggio, 
-difficoltà comportamentali, 
-difficoltà relazionali e della comunicazione.
E’ la conoscenza di ogni situazione (dopo un colloquio con i genitori ed eventuale osservazione del bambino) a far propendere per un intervento in gruppo o individuale.


COSA PROPONIAMO:

1. MI MUOVO, GIOCO, PENSO…CRESCO!
ESPERIENZA PSICOMOTORIA PER BAMBINI 9-36 mesi
Cicli di 6 INCONTRI DA 45 MINUTI per bambini/e suddivisi in gruppi omogenei per età (9-12 mesi, 12-24 mesi, 24-36 mesi) insieme a mamma o papà (o altro adulto accompagnatore).
Obiettivi:
favorire l’attività motoria autonoma per scoprire il proprio corpo ed il mondo a partire dalla personale curiosità e volontà di capire e sperimentare;
sostenere il bambino nel suo bisogno di acquisire sicurezza e serenità, vivendo la possibilità di “attaccarsi” al genitore (esperienze di vicinanza-contenimento) e di “avventurarsi” (vivere lo spazio e i materiali, operare trasformazioni) verso il raggiungimento delle autonomie, della differenziazione e consapevolezza di Sé e dell’Altro;
facilitare i primi tentativi di relazione, condivisione, socializzazione in piccolo gruppo;
offrire al genitore un’occasione per osservare e comprendere meglio l’espressività psicomotoria del proprio bambino approfondendo le modalità necessarie per rispettare e agevolare la sua crescita libera, armoniosa e felice

Modalità di svolgimento:

Il ciclo si compone di 6 incontri durante i quali i bambini avranno la possibilità di sperimentare la sala di Psicomotricità con i suoi materiali particolari in grado di suscitare in essi movimenti, giochi, sensazioni, emozioni. Saranno i bambini i veri protagonisti della loro azione decidendo cosa, come e dove toccare, annusare, strisciare, rotolare, ecc…sotto lo sguardo degli adulti a volte solo osservatori e a volte partecipanti ai loro giochi.

2. PSICOMOTRICITA’ PER GRUPPI 3-6 anni
Cicli di 8/10 incontri per gruppi di 4/5 bambini, omogenei per età.
Modalità di svolgimento:
Ogni incontro prevede una ritualità che si ripete a cadenza settimanale ed è costituito da momenti diversi in cui poter liberamente sperimentare:
-il gioco sensomotorio (salire, scendere, scivolare, tuffarsi, rotolare, cullarsi…);
-il gioco di rassicurazione profonda (dondolarsi, nascondersi, guardarsi allo specchio…);
-il gioco simbolico (“fare finta di…” costruendo “castelli, case, macchine, navi…” e diventando “una mamma, una fata, un supereroe, un papà, un maestro, una strega…”);
-l’attività di rappresentazione (disegnare, usare la plastilina, ascoltare una storia finale).
L’AMBIENTE ATTIGUO ALLA SALA (l’Atrio) è parte integrante dell’esperienza psicomotoria. In esso sostano i genitori durante l’attività dei bambini, insieme ad un altro adulto (Psicomotricista o Psicoterapeuta) che garantisce che anche in questo luogo (in cui ciascun bambino si prepara all’inizio dell’attività spogliandosi e aspettando l’apertura della porta della sala) venga rispettato il legame di sicurezza tra i bambini e gli adulti che li accompagnano.
All’anno partono circa 3 cicli di Psicomotricità (Ottobre, Gennaio, Aprile) che sono preceduti da un incontro informativo iniziale solo per genitori, dopo il quale è previsto un incontro di osservazione dei gruppi di bambini (per capire se funzionano “bene” insieme). Infine dopo ogni ciclo, è previsto un momento di restituzione del lavoro svolto con i bambini.
Referenti :Chiara Pasolini,3336791505 Gabriella Fochessati, 3282862396

3. PERCORSI PSICOMOTORI DI AIUTO INDIVIDUALE
Cicli di 10-20 o più incontri da 50 minuti pensati per bambini che necessitano, per svariati motivi, di un percorso individuale personalizzato in sostegno alla crescita.


Richiedi informazioni sul servizio:


( * campi obbligatori ) - Cliccando sul bottone "INVIA RICHIESTA" dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy.

Condividi sui social:
 

Nuova sede di Centro Arbor Vitae in Riccione

Se sei un professionista della salute e stai cercando uno studio in Riccione, ma soprattutto stai cercando un gruppo di lavoro animato dalla fiducia nel paradigma della medicina integrata, contattaci! Valutiamo candidature.
Scrivi a: simona.comello@centroarborvitae.it

x chiudi