Professionisti » Letizia Ghiotti, operatore in musicoterapia

Letizia Ghiotti, operatore in musicoterapia Si occupa di:

- Musicoterapia


L'esperto risponde...
Biografia

Letizia Ghiotti ci racconta il suo percorso:

"Ho iniziato a suonare il violino all'età di 8 anni. In realtà volevo imparare a suonare la chitarra, dopo essermi letteralmente innamorata di un'insegnante che la suonava durante il momento comunitario alle elementari.

La canzone di Branduardi, “Il violinista di Dooney” che ripete “Come le onde del mare balla la gente quando suono il mio violino”, molto probabilmente ha contribuito a farmi maturare l'idea che suonare potesse creare benessere sia a livello personale sia a livello sociale, e ha avuto il merito di farmi apprezzare maggiormente lo strumento che infine ho scelto (ma la chitarra ho comunque imparato a suonarla).

Dopo varie vicissitudini ho conseguito il livello inferiore di violino a 25 anni. Ho scelto di concludere il mio percorso di studio del violino per passare dalla musica classica alla musica irlandese e popolare, più vicina al mio modo di intendere il ruolo della musica fra e con le persone.

Per diversi anni ho suonato nel gruppo Waltzing Mathilda portando la folk music irlandese in vari locali e piazze di Rimini e d'intorni. Inoltre mi sono avvicinata all'improvvisazione, linguaggio assai importante nell'ambito della musicoterapia.

Per il mio percorso di studio della musicoterapia, ho conseguito il titolo di Operatore in Musicoterapia alla Scuola Europea di Musicoterapia di Senigallia sotto la guida della prof.ssa Anna Maria Ferrone, la stessa che ha contribuito alla partenza del Corso Triennale di Primo Livello di Musicoterapia all'interno del conservatorio di Pescara, nel quale mi sono diplomata. Qualche anno fa ho frequentato anche il Biennio di Specializzazione in Musicoterapia attivo presso il Conservatorio di Verona.

Purtroppo, per vari motivi, non sono riuscita a portarlo a termine, ma mi ha dato l'opportunità di venire a conoscenza di ulteriori tecniche e metodologie musicoterapiche.

Attualmente lavoro a San Marino presso il centro diurno e residenziale Colore del Grano e il Servizio Minori, con i quali ho una convenzione rinnovata puntualmente da una decina di anni. In questo ambito ho fatto esperienze di musicoterapia con diverse situazioni: disturbo dello spetto autistico in particolar modo, sindrome di Down, sindrome di Rett, sindrome di Phelaw McDermind, sindrome di Prader-Willi, e altro. Questo mi ha permesso di capire l'importanza di realizzare incontri e progetti sulla persona.

Ho collaborato con l'Istituto Musicale Sammarinese nei laboratori di animazione musicale nelle scuole dell'infanzia ed elementari.

Ho realizzato alcuni progetti di musicoterapia nelle scuole di primo e secondo grado, sia a San Marino che a Rimini.

Inoltre ho avuto la possibilità di fare esperienza presso la Casa di Riposo, di San Marino, e attivare un progetto di Musicoterapia e Arte Terapia, in collaborazione con un'arte terapeuta, indirizzato a persone con la sindrome di Parkinson.

In questi ultimi due anni mi sono riavvicinata all'importanza dell'uso del corpo nell'ambito della mia attività. Per approfondire tale aspetto ho frequentato il biennio della scuola di formazione  nel  Metodo  Hobart  -  Conoscersi  nella danza, attivo presso l'ass. Movimento Centrale di Rimini, sotto la guida di Claudio Gasparotto e il team di insegnanti, con appuntamenti di masterclass condotti dalla fondatrice del metodo, Gillian Hobart, andando a conseguire il titolo di Insegnante nel Metodo Hobart.

La mia è principalmente una proposta attiva della musica: suonarla, cantarla, danzarla, senza comunque escludere l'importanza dell'ascolto come momento per far emergere ricordi, emozioni, sensazioni.

La musica per me è come un ponte capace di unire le persone, stimolarle alla relazione, alla comunicazione, all'apertura verso se stessi e gli altri, facendo emergere la bellezza presente in ognuno di noi, aiutandola ad esprimersi fuori di noi."


Condividi sui social:
 

Nuova sede di Centro Arbor Vitae in Riccione

Se sei un professionista della salute e stai cercando uno studio in Riccione, ma soprattutto stai cercando un gruppo di lavoro animato dalla fiducia nel paradigma della medicina integrata, contattaci! Valutiamo candidature.
Scrivi a: simona.comello@centroarborvitae.it

x chiudi