Magazine » Mente, corpo e connessioni »
Non chiudiamo gli occhi di fronte alla complessità dell'essere umano

17/12/2018

Abbiamo posto alcune domande alla dott.ssa Vincenza Di Meglio, medico omeopata e antroposofico

Dialogando con la dott.ssa Vincenza Di Meglio:
Com'è avvenuto il tuo primo incontro con la Medicina Antroposofica?

Durante il mio percorso nella facoltà di medicina ho avuto, fin dall’inizio, l’anelito ad un ampliamento umanistico che mi permettesse di comprendere l’essere umano nella sua complessità e nella sua vita interiore, non solo come organismo materiale. Per questo durante gli anni di università ho studiato anche la psicologia analitica di Jung, l’antropologia culturale ed in particolare la medicina etnica, l’omeopatia. Ma già dal secondo anno un’amica mi portò dal suo medico a Roma, il dottor Marcello Carosi, attraverso cui ebbi il primo contatto con la medicina antroposofica. Questo incontro fu fruttuoso quando, al termine degli studi, cercai di sintetizzare tutti gli approcci che avevo accostato in una disciplina che li riunisse, e la trovai nella medicina antroposofica.

Qual è l'aspetto di questa medicina che più è utile alle persone di oggi?
Penso che l’essenziale sia nel riconoscimento della natura umana come unità dotata di una realtà non solo corporea ma anche psichica e individuale, o spirituale che dir si voglia. Le persone si sentono accolte in quanto esseri umani e non solo in quanto organi malati.

Quale consiglio daresti per vivere meglio la vita quotidiana, sempre secondo i principi antroposofici?
La premessa essenziale è il richiamo alla natura individuale dell’essere umano, e quindi della ricerca dell’equilibrio. Tanti possono essere i suggerimenti, riguardo ad esempio una vita moderata e sana, voglio scegliere però di richiamare l’attenzione alla conoscenza e alla cura del proprio mondo di pensieri, della vita dei nostri sentimenti e dei nostri impulsi ad agire, così che possiamo indirizzare ed equilibrare questi diversi aspetti della nostra vita.


Condividi sui social:
 

Nuova sede di Centro Arbor Vitae in Riccione

Se sei un professionista della salute e stai cercando uno studio in Riccione, ma soprattutto stai cercando un gruppo di lavoro animato dalla fiducia nel paradigma della medicina integrata, contattaci! Valutiamo candidature.
Scrivi a: simona.comello@centroarborvitae.it

x chiudi