Magazine » Cultura e società »
Teatroterapia: dentro l'animo umano

21/09/2021

Lavorare su di sè aiuta la flessibilità del cuore per poter accogliere quello che siamo

Come un fiume… torniamo sempre nel nostro Mare.
Di teatro e di vita, ce ne parla Francesca Peppoloni, psicologa e teatroterapeuta

Pensate per un momento a quanta Flessibilità c’è in natura, per esempio: le radici degli alberi, di come si allungano nel terreno facendosi spazio tra i sassi che incontrano; come l’acqua dei fiumi che scorrono verso il mare, adattando il loro letto a tutte le deviazioni che si presentano lungo il loro percorso; il vento, che accarezza le piante facendole ondeggiare ma senza piegarle e loro che non fanno resistenza….semplicemente si lasciano andare.
Notate con quanta dolcezza la durezza si arrende alla morbidezza, senza per questo venir meno all’essenza di se stessa.

I sentimenti hanno la stessa scorrevolezza dell’acqua, goccia dopo goccia, penetra la roccia per poi trovare la propria strada verso la sorgente, che si ingrossa in ruscello e poi ancora in fiume, per poi tornare al mare.
Essere flessibili non vuol dire sottomettersi, ma creare in se stessi risposte creative per fronteggiare le difficoltà, saper attingere alle nostre risorse più intime.

Lavorare su di sè aiuta la flessibilità del cuore per poter accogliere quello che siamo, ad accogliere le nostre paure e trasformarle in risorse.
Prendere consapevolezza di chi siamo, riuscire a capire cosa proviamo e saperci ascoltare, ci permette di modificare quello che ci crea dolore e difenderci da ciò che non ci fa stare bene.


TeatroTerapia:
Una dimensione utile ed ottimale per poter esplorare al meglio tutte le sfumature dell’animo umano. Sentire il corpo, prendere contatto con esso ed esplorare le proprie emozioni attraverso il gioco, ci aiuta a registrare in modo veloce ed efficace le risorse che ci arrivano.
Il Teatroterapia ci permette di esplorarci attraverso varie tecniche terapeutiche come: il gioco di ruolo, il movimento, l’espressione corporea e la scrittura creativa, aiutandoci attraverso il divertimento e il gioco a facilitare il lavoro introspettivo.

Ho scelto e propongo il Teatroterapia per l’amore profondo che nutro per il Teatro e per il lavoro di crescita personale.
Il teatro già di per sé è terapeutico, perché entrando in un ruolo diverso dal tuo, puoi sentirti libero di esplorare altre dimensioni, emozioni, che solitamente ti precludi o non ti appartengono. Io personalmente nel mio lavoro come Teatro terapeuta, ho voluto fondere tutte le mie conoscenze e i miei percorsi, creando in modo creativo ed unico qualcosa che mi rispecchiasse e mi potesse dare gli strumenti giusti per offrire un aiuto.


Informazioni: La dott.ssa Peppoloni invita a provare il suo corso di Teatroterapia che inizierà il 4 ottobre, prenota la tua prova gratuita: 0541 24822 - segreteria@centroarborvitae.it  

Richiedi informazioni



Condividi sui social:
 

Nuova sede di Centro Arbor Vitae in Riccione

Se sei un professionista della salute e stai cercando uno studio in Riccione, ma soprattutto stai cercando un gruppo di lavoro animato dalla fiducia nel paradigma della medicina integrata, contattaci! Valutiamo candidature.
Scrivi a: simona.comello@centroarborvitae.it

x chiudi