Incontri nella sede di Rimini e di Riccione con il dott. Lorenzo Berti

Gli incontri si svolgono a settimane alterne

PSICOTERAPIA di GRUPPO 
La psicoterapia di gruppofavorisce lo sviluppo della capacità di entrare in relazione con gli altri superando così il senso di isolamento e di solitudine.
Quando un partecipante può condividere ciò che lo opprime, lo limita e lo confonde, attiva capacità autocurative che generano benefici in ogni area della sua vita.
Le sedute sono condotte e mediate dal dottor Lorenzo Berti, psicologo e psicoterapeuta. Ogni partecipante può condividere situazioni, sentimenti e problematiche che ha necessità  di affrontare e sciogliere. 

La psicoterapia di gruppo è un valido strumento per il cambiamento e la crescita della propria personalità. Opera principalmente nell'area intrapsichica e come conseguenza attiva delle trasformazioni sia a livello interpersonale sia a livello psico-fisico, conducendo alla possibile risoluzione di sintomatologie psicosomatiche. Grazie agli interventi dello psicoterapeuta e degli altri partecipanti al gruppo ogni membro prenderà maggiore coscienza di sè e delle proprie dinamiche interiori.
La condivisione nel gruppo e il supporto del  dottore e di tutti i partecipanti crea un ambiente familiare e sicuro.

Informazioni:
Gli incontri si svolgono il sabato mattina dalle 11 alle 12:30 a Riccione e il mercoledì sera dalle 19:45 alle 21:15 a Rimini, a settimane alterne.
Per maggiori dettagli rivolgersi alla segreteria della sede centrale a Rimini: 0541 24822 - segreteria@centroarborvitae.it - viale R. Baldini 15.
Esiste anche una serata di psicoterapia on-line, per informazioni rivolgersi sempre ala segreteria.

ALCUNE FUNZIONI DEL GRUPPO DI PSICOTERAPIA
Quattro sono le principali "abilità" che si vanno ad attivare o a rafforzare:
1. Abilità di regolazione emotiva: comprendere le proprie emozioni, imparare a cambiare la risposta emotiva alle situazioni, riducendo la vulnerabilità e rafforzando la capacità di produrre emozioni e risposte positive.
2. Abilità di tolleranza alla sofferenza: riuscire ad attraversare situazioni di crisi non immediatamente modificabili. Imparare a mettere in atto meccanismi di "sopravvivenza" che consentono di superare momenti altamente stressanti, senza peggiorarli, guadagnano tempo "sano" per la valutazione di soluzioni.
3. Abilità di efficacia interpersonale: come perseguire i propri obiettivi in maniera efficace, costruire relazioni positive e modificare (o chiudere) quelle distruttive. Il tutto nel rispetto di sé. 
4. Abilità di mindfulness: coltivare la propria "mente saggia", allenare la propria capacità di presenza nella vita di tutti i giorni, portandola ad una qualità sempre maggiore. Ciò costituisce la base per una vita sempre di più a propria utile misura.

L'attività di gruppo si arricchisce di ulteriori - collaterali - elementi condivisi: 
Sostegno alla speranza: fra i partecipanti spesso avviene un sostegno a vicenda che stimola il coraggio e la sensazione di "potercela fare". 
Condivisione: si acquisiscono nuove informazioni che chiarificano i problemi. 
Imparare dagli altri: ogni paziente ha la possibilità, interagendo con gli altri, di apprendere gli aspetti positivi del comportamento. 
Coesione di gruppo: il gruppo diviene un "luogo" accogliente dove poter esprimere le proprie sofferenze e le proprie difficoltà. 
Risoluzione del copione familiare: il gruppo può consentire la risoluzione dei vecchi drammi familiari che possono, con la guida dello psicoterapeuta, essere cambiati con il fine di raggiungere nuovi livelli di benessere e crescita personale.


    Condividi sui social:
     

    x chiudi