Archivio corsi » INCONTRI FORMATIVI PER INSEGNANTI SUI BES

Rivolti ad insegnanti di Scuola primaria e secondaria di prima e seconda

Quando: 4 incontri a partire dal 20 febbraio
Dove: sede Arbor Vitae viale Ruggero Baldini 15, Rimini 
Conduce: dott.ssa Valentina Scarponi

Il concetto di BES, Bisogni Educativi Speciali, ha vissuto negli ultimi vent’anni una notevole evoluzione, attualmente non include semplicemente una serie di diagnosi cliniche, ma è considerato “una possibilità aperta, dinamica e transitoria che comprende tutte le situazioni di funzionamento problematico per la persona, che a causa di difficoltà diverse, è ostacolata nell’ottenere risposte soddisfacenti si propri bisogni” (Ianes, 2005).
Per comprendere la situazione di un  Bisogno Educativo Speciale non servono quindi diagnosi cliniche, ma osservazioni e valutazioni delle reali interazioni tra i fattori che concorrono al benessere Bio-psico-sociale della persona secondo il modello ICF dell’OMS. 

Il concetto di Bes non è quindi clinico, ma fa riferimento ad un contesto psicopedagogico: è infatti compito sia della scuola che dai sistemi di welfare, riconoscere situazioni difficoltose di funzionamento che necessitano di interventi straordinari, “speciali”, di individuazione e personalizzazione.

 

OBIETTIVI

Nella scuola l’integrazione degli alunni con disabilità è da tempo un dato di fatto, mentre l’inclusione appare ancora un traguardo lontano. Con il concetto d’inclusione s’intende una garanzia diffusa e stabile di poter partecipare alla vita scolastica e di raggiungere il massimo possibile in termini di apprendimento e partecipazione. Dunque non è un concetto da riferirsi solo ad alunni con qualche difficoltà e per raggiungere la piena inclusione sarebbe necessario riconoscere e rispondere efficacemente ai diritti di individuazione di tutti gli alunni che hanno una qualche difficoltà di funzionamento. 

Questi incontri hanno l’obiettivo di chiarire agli insegnanti, di ogni ordine e grado, quali sono i  Bisogni Educativi Speciali e come poterli individuare al fine di garantire a tutti gli studenti un attenzione educativo - didattica sufficientemente individualizzata ed efficace. Infatti, pur essendo i BES una macrocategoria che va a comprendere dentro sé tutte le possibili difficoltà fisiche, sensoriali, educative, sociali e scolastiche degli alunni, ciò che li accomuna è un tipo di funzionamento problematico che rende difficile trovare un’adeguata risposta ai loro bisogni.

Per questo durante gli incontri si cercherà di fornire suggerimenti per quanto riguarda la scelta di materiali didattici, le modalità più idonee di insegnamento, il prezioso coinvolgimento dei compagni (cooperazione strutturata), l’uso inclusivo di strumenti informatici.  

 

A CHI SONO RIVOLTI

Insegnanti  di Scuola primaria e Secondaria di I° e II° grado che vogliono conoscere o approfondire le caratteristiche dei BES nell’ottica di un individuazione precoce e dell’attivazione tempestiva di una didattica individualizzata anche attraverso l’utilizzo di strumenti compensativi e misure dispensative.

 

MODALITA’

4 incontri della durata di 1,5 h circa ciascuno in orario serale (20,00 – 21,30)  a cadenza settimanale

 

PERIODO DI RIFERIMENTO

20 - 27  Febbraio 2015 e altre due date da concordare con i partecipanti

 

PROGRAMMA 

 

1° INCONTRO

QUALI SONO I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI? 

Il concetto di Benessere della persona secondo l’OMS

Il modello ICF di funzionamento

Il concetto di BES

 

2° INCONTRO

UNO SGUARDO ALLA NORMATIVA

Un excursus storico della normativa

Legge 104/1992

Legge 170/2010

Decreti/Circolari sui BES 2012/2013

 

3° INCONTRO

STRUMENTI DIDATTICI

Prassi d’individuazione dei BES

Effetti sulla valutazione

Stilare un PDP per alunni BES

 

4° INCONTRO

STRATEGIE INCLUSIVE PER LA CLASSE

Stilare il PAI 

Valorizzare la risorsa compagni di classe: cooperative learning e tutoring

Utilizzare l’apprendimento meta cognitivo.

 

MATERIALE

Invio di materiale tramite  e-mail, da stampare a cura dell’insegnante, al termine degli incontri, per chi fosse interessato a riceverlo.

 

COSTI 

Il costo del modulo di 4 incontri è di 100 euro

 

IL PROFESSIONISTA

Dott.ssa Valentina Scarponi, Psicologa dell’Età Evolutiva, Referente del Servizio Psicopedagogico e dei Servizi Domiciliari presso il Centro “Arbor Vitae”di Rimini.. Per approfondimenti Vedi curriculum Allegato. 

 


Condividi sui social:
 

x chiudi