Servizi » Terza Età Adulta » Neuropsicologia clinica dell'adulto

Richiedi info sul servizio

Diagnosi precoce e percorsi terapeutici per contrastare il decadimento cognitivo.


 

 

l servizio si pone come obiettivo principale la diagnosi precoce delle diverse forme di decadimento cognitivo mediante valutazione neuropsicologica al fine di individuare precocemente i soggetti che si trovano ad affrontare le prime fasi del processo neuropatologico e compromissione delle capacità cognitive (memoria, attenzione, ragionamento logico, orientamento e linguaggio).

 

IL SERVIZIO OFFRE:

• un accesso tempestivo all’informazione, al consiglio, al supporto e ad un percorso di trattamento e cura efficaci; 

• la diagnosi precoce del decadimento cognitivo che permette al paziente di poter essere immediatamente

preso in carico, al fine di ritardare il processo degenerativo;

• la diagnosi di disturbi cognitivi e comportamentali conseguenti a cerebrolesioni acquisite (Traumi Cranici),

e a patologie neurologiche (Demenze, Ictus-Emorragia cerebrale, Sclerosi Multipla, Malattia di Parkinson,

Neoplasie);

• la messa a punto di trattamenti di Riabilitazione Cognitiva in pazienti con danno cerebrale focale o diffuso.

 

I VANTAGGI DI UN TRATTAMENTO NEUROPSICOLOGICO:

• intraprendere tempestivamente percorsi terapeutici adeguati per contrastare la progressiva compromissione

delle abilità cognitive residue;

• migliorare comportamenti disadattivi, migliorare il tono dell’umore, ridurre la tendenza all’isolamento sociale:

• alleviare il carico assistenziale dei familiari.

 

 

DESTINATARI:

• soggetti adulti che presentano un iniziale declino delle capacità cognitive (ad esempio difficoltà a ricordare recenti conversazioni, eventi e appuntamenti, difficoltà a trovare le parole e a seguire le conversazioni, difficoltà nell’eseguire compiti che richiedono numerose azioni);

• soggetti con celebrolesioni acquisite o neuropatologie;

• familiari e/o caregiver.

 

MODALITÀ DI INTERVENTO

1) Fase diagnostica: colloquio clinico-neuropsicologico e somministrazione di test neuropsicologici

2) Fase di trattamento:

Stimolazione cognitiva e Memory training. Si tratta di una sorta di “allenamento mentale” esercizi da svolgere in gruppo o individualmente, volti a promuovere l’orientamento personale, temporale e spaziale, il potenziamento delle abilità cognitive residue quali la memoria verbale e visiva, l’attenzione uditiva e visiva, la fluenza verbale e la logica.

Gruppi di auto mutuo-aiuto per caregiver e familiari finalizzati a fornire indicazioni su come comportarsi con il paziente e su come affrontare le difficoltà pratiche per migliorare la relazione e la comunicazione con il malato.


 

 


Condividi sui social: